Crepe sui muri - Case Pericolanti


Consolidamenti con Micropali di case o muri dissestati.



Tecnica:

Eseguite le perforazioni (8-20 mt.) con macchinari adatti, s'introducono nei fori tubi di ferro ad alto spessore e si cementano, realizzando, sotto i muri, una serie di micropali in linea.
Si realizza, quindi, sotto i muri, un cordolo in cemento armato che collega i micropali tra loro.
A questo punto, con un classico “cuci e sdruci”, si ricompongono le fratture.

I micropali sono la soluzione definitiva alle crepe.



Alcuni esempi d’interventi

 

Casa con parete aggettanteCasa con parete aggettante

Casa con parete aggettante

Nella foto a Sx notare il muro inclinato pericolosamente in avanti per un cedimento del terreno dovuto a una vena umida melmosa, a 3 mt. di profondità.
A dx una fase dell’intervento con micropali diametro 120 distanziati 60 cm ad angolo alternato, profondi 9 mt.

Il cordolo s’inserisce sotto la prima fila di pietre del muro, mentre i travetti si insinuano più all’interno.

 

Casa con parete fessurata

In queste foto si evidenzia un intervento in posizione angusta essendo la parete inaccessibile con il perforatore a cingoli.

Casa con parete fessurataCasa con parete fessurata


















L’intervento è stato comunque eseguito con perforatrice “leggera” in Titanio scorrevole su binari.

Con i nostri macchinari è possibile intervenire in qualsiasi posizione angusta, anche negli scantinati all’interno dei fabbricati.

 

Lunga fessura apertasi sul pavimento

Lunga fessura apertasi sul pavimento di una casa

Lunga fessura apertasi sul pavimento

In quest’altro intervento si è intervenuti a ricucire una lunga fessura apertasi sul pavimento interno di un’abitazione.

Si è, infatti, rilevata una fessura larga 7 cm profonda alcuni metri e lunga 8 mt c/a. Lo spigolo esterno corrispondente, (foto a dx) era anch’esso cadente.
L’intervento è consistito in una vera e propria ricucitura della fessura con micropali inclinati a 30° lunghi 12 mt. che hanno intercettato la fessura attorno ai 4 mt. di profondità.
La fessura è stata interamente inchiodata e cucita ogni 50 cm con i micropali e infine sigillata con boiacca di cemento. Lo spigolo è stato poi consolidato con un cordolo su misura.

 

Ristrutturazione di un casolare antico

Ristrutturazione di un casolare anticoRistrutturazione di un casolare antico
Queste foto evidenziano un nuovo intervento in un casolare di valore storico in cui si è agito sia in esterno che in interno.
Esternamente si è utilizzata una normale slitta su cingoli, mentre in interno, per le dimensioni anguste, si è ricorso a un macchinario di dimensioni contenute ma tecnologicamente avanzato, adatto a interventi in poco spazio. La casa è stata rinforzata su 3 lati con 74 micropali a 6-9 mt. secondo i casi.

 

Classico spigolo ceduto di una casa

Nelle foto, un ennesimo intervento, prima e dopo la cura.

Spigolo ceduto di una casa

Spigolo ceduto di una casa
Spigolo ceduto di una casa
La fessura era molto più larga ed era stata riempita con intonaco più volte. La colpa del cedimento era da attribuirsi al pluviale in primo piano che, essendo marcito, scaricava acqua sotto lo spigolo della palazzina attraverso una larga fessura.

Notare come la gabbia del cordolo s’insinua sotto le mura della casa per buona parte del suo spessore.

La pavimentazione è stata ripristinata come prima dell’intervento con le stesse pietre recuperate in fase di scavo.

 

Rampa pericolante di un garage

Rampa pericolante di un garageRampa pericolante di un garage
Rampa pericolante di un garage

Consolidamento e ricostruzione della rampa di un garage con muro di sostegno pericolante

Notare le crepe sull’asfalto ad indicare che il muro lentamente si apriva. (foto 2)

Dapprima si è proceduto a consolidare il muro di sostegno tramite tiranti a 12 mt.

Le piastre dei tiranti, poi, sono state incorporate nella gettata di calcestruzzo che ha inglobato tutto.

Il piano della rampa è stato armato con micropali e rete elettrosaldata e infine “gettato” anch’esso.

 

Parete marcia e instabile a lato di una palazzina

Parete marcia e instabile a lato di una palazzina

Intervento di consolidamento di una parete pericolante.

E’ stata applicata sulla parete una rete elettrosaldata molto aderente, ancorata con barre filettate a 3 mt.

Rivestimento eseguito in cemento tramite tecnica dello SPIZZ- BETON

Applicazione delle piastre d’acciaio e mimetizzazione.

 

Mura pericolanti di una rocca medievale

Intervento sulle mura pericolanti della Rocca di Montecerignone in concerto con le Belle Arti di Ancona.
Intervento di messa in sicurezza provvisorio in attesa del rifacimento del paramento murario.

Eseguiti tiranti a 6 mt. in parete a reggere, con cavi da 16 mm. un’impalcatura di tavole di contenimento per la protezione della strada sottostante. Esecuzione di micropali a 9 mt. lungo la base per fermare il “piede” del muro.




Mura pericolanti di una rocca medioevale

Mura pericolanti di una rocca medievale

 

Ricostruzione di un muro crollato ai piedi di una rocca

Ricostruzione di un muro crollato ai piedi di una rocca Intervento su parete verticale strapiombante.
Il luogo era inaccessibile se non con l’uso di corde. Sono state eseguite perforazioni a 9 mt. per tirantare il muro e micropali a 6 mt per consolidarne la base.
Il vuoto interno è stato armato e riempito di calcestruzzo “gettato” tramite i corrugati color rosso disposti lungo la parete.
Ricostruzione di un muro crollato ai piedi di una rocca

 

Consolidamento del "piede" di una palazzina

Consolidamento del

 


Grazie a macchinari speciali e ai nostri operai specializzati possiamo eseguire micropali a qualsiasi altezza ed in qualsiasi posizione avversa.

Messa in sicurezza dei contrafforti di una palazzina in fase di cedimento.

L’intervento era finalizzato a consolidare (e rifinire) il muro che faceva da contrafforte alla casa.

Sono stati posti in opera micropali e tiranti in una posizione impossibile da realizzarsi con i mezzi tradizionali.
Consolidamento del